Pubblicato il

Patologie della retina, al Koinos prosegue la prevenzione

patologie della retina

Al Koinos un’altra giornata dedicata alla prevenzione delle patologie della retina. Gli esami saranno eseguiti mercoledì 28 marzo dal professor Alberto De Napoli e dalla dottoressa Valeria Masi con l’ausilio dell’Oct, un particolare strumento diagnostico.

Al centro sanitario Koinos prosegue la prevenzione delle patologie della retina. A quest’ultima è infatti dedicata la giornata di mercoledì 28 marzo, quando sarà nuovamente possibile sottoporsi a un esame con Oct (tomografia ottica a radiazione coerente). Si tratta di uno strumento utilissimo per scoprire l’eventuale presenza di malattie degenerative o maculopatie: l’esame non è invasivo, bensì veloce e al contempo molto approfondito. La visita, dal costo di 100 euro, sarà effettuata dal professor Alberto De Napoli, oculista del Koinos, e dalla dottoressa Valeria Masi, ortottista.

Con l’utilizzo dell’Oct il fondo oculare può essere esaminato senza necessità di dilatare la pupilla e l’esito di tale esame viene comunicato immediatamente. La visita consentirà dunque di verificare l’eventuale presenza di patologie della retina quali glaucoma, degenerazione maculare, retinopatia diabetica, edema maculare, distacco della retina e dell’epitelio pigmentato, atrofia retinica, fori e pseudo fori maculari, trazioni vitreo-retiniche e così via.

Per avere informazioni e prenotazioni è possibile contattare la segreteria di Koinos, aperta dal lunedì al venerdì con orario continuato 9-20, il sabato mattina con orario 9-13, telefonando al numero 0573/994553 oppure inviando una mail all’indirizzo info@koinos-pistoia.it

 

Informativa sulla Privacy

Pubblicato il

I consigli del medico: la prevenzione oncologica cutanea

prevenzione oncologica cutanea

Melanoma, quali fattori di rischio e quali forme di prevenzione oncologica cutanea: se ne parla nell’ultima uscita della rubrica “I consigli del medico” sul quotidiano online La voce della Montagna.

Il melanoma è un tumore cutaneo maligno in costante aumento tra la popolazione: ecco perché è indispensabile promuovere forme di prevenzione oncologica cutanea. La diagnosi precoce è infatti importantissima e risulta efficace soprattutto quando lo spessore del melanoma è ridotto. Il professor Marco Ricca, direttore sanitario del Koinos, e il dottor Vittorio Berruti, specialista dermatologo, ci parlano dei fattori di rischio legati a questa patologia e, in generale, della prevenzione oncologica cutanea. Tali argomenti sono infatti al centro di un nuovo appuntamento con la rubricaI consigli del medico” su La voce della Montagna, quotidiano online interamente dedicato alla Montagna pistoiese. Tra la pubblicazione e il nostro centro medico è attiva una collaborazione mirata all’informazione e all’approfondimento delle tematiche più diffuse tra la popolazione.

I melanociti sono cellule presenti nell’epidermide in grado di sintetizzare la melanina: dalla loro trasformazione neoplastica ha origine il melanoma. Per questa malattia i fattori di rischio possono essere sia di carattere ambientale sia di natura genetica e, dunque, essenzialmente individuale. Tra i primi, è particolarmente rilevante l’esposizione ai raggi solari, mentre tra i secondi occorre tenere particolarmente in considerazione, oltre a eventuali aspetti di familiarità, il numero e le dimensioni dei nevi del soggetto. Per saperne di più, si consiglia di leggere l’articolo: “Il melanoma e l’importanza della prevenzione oncologica cutanea“.

Per avere maggiori informazioni e per fissare una visita presso il nostro ambulatorio di dermatologia, è possibile contattare la segreteria di Koinos (tel. 0573 994553; mail: info@koinos-pistoia.it), aperta dal lunedì al venerdì con orario continuato 9 – 20; il sabato dalle 9 alle 13.