Pubblicato il

Un team multidisciplinare per far fronte all’obesità

obesità

Ai nastri di partenza al Koinos un servizio specifico per il trattamento dell’obesità. Il progetto sarà attuato da un team multidisciplinare guidato da una specialista dei disturbi dell’alimentazione di larga esperienza e comprovata competenza.

In Italia l’obesità è un problema ingravescente. Si calcola che più di un terzo della popolazione sia in sovrappeso (35,3%) e 1 persona su 10 obesa.

Complessivamente, il 45,1% dei soggetti di età superiore ai 18 anni è in eccesso ponderale. Pertanto è particolarmente importante trovare una cura efficace e specifica per i soggetti affetti da obesità.

Quest’ultima è una patologia cronica ad etiopatogenesi complessa: è quindi necessaria l’applicazione di una strategia efficace, specifica nel lungo termine, che preveda un approccio integrato tale da far emergere le difficoltà del paziente e aiutarlo efficacemente a modificare il proprio stile di vita.

La terapia dell’obesità deve quindi prevedere un intervento multidisciplinare con la correzione delle abitudini alimentari errate, la ripresa dell’attività fisica compatibile con le condizioni cliniche del paziente e un sostegno psicologico.

In questa ottica Koinos si propone di offrire un servizio specifico per pazienti obesi, analogamente a quanto viene fatto in alcuni centri di eccellenza in Italia e all’estero. La persona in sovrappeso viene presa in carico in maniera complessiva e integrata e, dopo una prima approfondita valutazione multidisciplinare, accede a un percorso comprensivo di:

  • attività fisica personalizzata in palestra sotto la guida di fisioterapisti esperti;
  • definizione del programma nutrizionale con educazione alimentare a cura della biologa nutrizionista;
  • trattamento con nuove terapie psicologiche quali il “mindful eating” e il “training di assertività”, finalizzate alla riabilitazione nutrizionale.

Il team multidisciplinare è composto da uno specialista del metabolismo, una biologa nutrizionista, una psichiatra, due psicoterapeuti e due fisioterapisti. La direzione è affidata a una specialista dei disturbi dell’alimentazione di larga esperienza e comprovata competenza.

La novità del progetto sta nella proposta multidisciplinare dell’intervento, con l’applicazione di nuove terapie psicologiche associate all’esercizio fisico personalizzato e alla riabilitazione nutrizionale. Gli specialisti lavorano in équipe in piena sinergia, offrendo ciascuno le proprie competenze al servizio del benessere e della salute del paziente obeso: quest’ultimo è, infatti, al centro del progetto e ogni percorso terapeutico è individualizzato e costruito sulle esigenze della singola persona.

Prof. Marco Ricca, direttore sanitario di Koinos

Pubblicato il

I consigli del medico, quando il cibo diventa un problema: i disturbi dell’alimentazione

I consigli del medico: la depressione

Sesta uscita della rubrica “I consigli del medico” su La Voce della Montagna. Il professor Marco Ricca parla dei disturbi dell’alimentazione.

Anoressia, bulimia e disturbo da alimentazione incontrollata. Sono alcuni tra i principali disturbi dell’alimentazione, sesto argomento trattato dal nostro direttore sanitario Marco Ricca attraverso la rubrica “I consigli del medico” su La Voce della Montagna, il primo quotidiano on line che parla della Montagna Pistoiese. Tra la pubblicazione e il nostro centro medico prosegue infatti una collaborazione importante, che valorizza l’attenzione di Koinos verso le problematiche più diffuse tra la popolazione. Tra i disturbi dell’alimentazione più frequenti, in particolare,  l’anoressia e la bulimia nervosa costituiscono uno dei problemi di salute più comuni nei giovani, specie nelle ragazze dei Paesi occidentali. Il disturbo da alimentazione incontrollata, invece, può riguardare anche fasce d’età più avanzate.

Seppur diversi tra loro, tutti i disturbi dell’alimentazione condividono un nucleo psicopatologico comune caratterizzato da convinzioni distorte riguardo al cibo, al peso e alla forma corporea. Spesso possono portare a serie complicanze fisiche, anche perché raramente chi ne soffre riceve una diagnosi e un trattamento adeguati. Per il trattamento di questi disturbi, che prevede l’integrazione tra varie competenze, è invece fondamentale la diagnosi precose. Per approfondire l’argomento, vi invitiamo a leggere l’articolo “Quando il cibo diventa un problema: i disturbi dell’alimentazione“.

Ricordiamo che presso il centro sanitario Koinos è possibile rivolgersi al dottor Lorenzo Lelli, specialista nel trattamento dei disturbi dell’alimentazione.