Posted on

I consigli del medico: la caduta dei capelli

caduta dei capelli

Torna l’appuntamento con la rubrica “I consigli del medico” sul quotidiano online La voce della Montagna. Stavolta il dottor Vittorio Berruti, dermatologo del Koinos, ci parla di caduta dei capelli insieme al direttore sanitario, il professor Marco Ricca.

La caduta dei capelli è un problema molto diffuso nella popolazione. Si va dalla semplice perdita transitoria alle patologie infiammatorie più complesse che, se non adeguatamente riconosciute e trattate, possono finire con il provocare la perdita permanente. Da non sottovalutare, in questi casi, l’impatto psicosomatico, che è anch’esso da affrontare in maniera appropriata. Il tema della caduta dei capelli, dai primi sintomi alla diagnosi fino alla determinazione della giusta terapia, è affrontato nel 18° appuntamento con la rubricaI consigli del medico” sul quotidiano online La voce della Montagna. L’approfondimento è curato dal dottor Vittorio Berruti, dermatologo del Koinos, insieme al direttore sanitario, il professor Marco Ricca.

Dopo l’alopecia androgenetica, la seconda causa più frequente per la caduta dei capelli è il Telogen effluvium. Una perdita transitoria può essere provocata da molti fattori: tra questi bisogna considerare innanzitutto le condizioni stressanti, sia fisiche sia mentali. Ma anche i deficit nutrizionali, le patologie psichiatriche (a partire dall’ansia e dalla depressione), i farmaci o i disturbi del metabolismo endocrino. Esiste tuttavia un numero significativo di casi nei quali non è possibile identificare una causa precisa (forma idiopatica). Per saperne di più e conoscere i possibili percorsi terapeutici utili a fronteggiare questo problema, si consiglia di leggere l’articolo: “Caduta dei capelli, dai piccoli segnali alle patologie più complesse“.

Posted on

I consigli del medico: la cefalea

cefalea

La cefalea è il tema del 17° appuntamento con la rubrica “I consigli del medico” sul quotidiano online La voce della Montagna, dove stavolta il dottor Umberto Pietrini, algologo del Koinos, interviene per approfondire l’argomento insieme al direttore sanitario, il professor Marco Ricca.

La cefalea è una sindrome dolorosa molto diffusa, che può avere carattere episodico o cronico. Le classificazioni di questo disturbo e le condizioni necessarie a effettuare una diagnosi corretta, indispensabile per poter impostare una terapia efficace, sono i temi trattati nella 17° uscita della rubrica “I consigli del medico” sul quotidiano online La voce della Montagna, con la quale il Centro sanitario Koinos prosegue una collaborazione dedicata all’approfondimento delle problematiche più frequenti nella popolazione. A firmare l’articolo insieme al professor Marco Ricca, direttore sanitario di Koinos, è stavolta il dottor Umberto Pietrini, algologo del nostro centro.

Le cefalee idiopatiche interessano circa il 13-20% della popolazione, ma alcuni studi epidemiologici sostengono che quasi tutti le hanno sperimentate almeno una volta nella propria vita. Queste, per la Società internazionale delle cefalee, vanno distinte dalle cefalee secondarie, che possono essere dovute a particolari condizioni cliniche. Tra le cefalee primarie, invece, la più diffusa è l’emicrania. In ogni caso, la determinazione di una terapia sintomatica e/o di profilassi efficace passa necessariamente attraverso una corretta diagnosi. Per saperne di più, si consiglia di leggere l’articoloCefalea, quel dolore alla testa così diffuso e fastidioso. E che può diventare insopportabile“.

Posted on

I consigli del medico: il tatuaggio, espressione di individualità

tatuaggio

“Il tatuaggio, da rito collettivo ad espressione di individualità” è titolo del 16° appuntamento con la rubrica “Il consigli del medico”, pubblicata sul quotidiano online La voce della Montagna.

La pratica del tatuaggio ha origini decisamente remote nella storia della civiltà e nelle diverse etnie. In passato significava appartenenza a gruppi tribali, categorie, condizioni sociali. Oggi è strumento per affermare la propria identità. È questo il tema trattato dal professor Marco Ricca, direttore sanitario del Koinos, nell’ultimo articolo pubblicato all’interno della rubrica “I consigli del medico“, nel quotidiano online La Voce della Montagna. Tra la testata giornalistica e il nostro centro sanitario prosegue infatti una collaborazione importante mirata all’informazione e all’approfondimento delle tematiche più diffuse tra la popolazione.

L’articolo ricorda le origine antiche del tatuaggio, rievocandone il significato, e giunge fino alle abitudini proprie dei giorni nostri, nei quali questa pratica è utilizzata per esprimere l’individualità di chi lo “indossa”.  In Italia sono tatuate circa 7 milioni di persone, per le quali vi sono zone del corpo maggiormente interessate e corrispondenti a una particolare lettura psicoanalitica. Il tutto, ovviamente, con qualche differenza fra uomini e donne. Per saperne di più è possibile leggere l’articolo: “Il tatuaggio, da rito collettivo ad espressione di individualità“.

Posted on

I consigli del medico: il mal di schiena!

I consigli del medico: la depressione

Inizia oggi una collaborazione con La Voce della Montagna, quotidiano on line della montagna pistoiese diretto da Paolo Vannini: il nostro direttore Sanitario Marco Ricca ogni settimana curerà la rubrica “I consigli del medico”, si inizia con il mal di schiena.

E’ il mal di schiena il primo degli argomenti che settimanalmente saranno trattati dal nostro Direttore Sanitario Marco Ricca attraverso la rubrica “I consigli del medico” on line su La Voce della Montagna, il primo quotidiano on line che parla della Montagna Pistoiese. E’ una collaborazione importante che valorizza l’attenzione di Koinos verso le problematiche più diffuse tra la popolazione. Il mal di schiena è una di queste, può colpire giovani e adulti, le cause possono essere moltpelici così come molteplici possono essere le soluzioni.

Vi invitiamo a leggere la rubrica “Mal di schiena, una patologia diffusa a macchia d’olio” e, qualora vogliate approfondire l’argomento, contattare la nostra Segreteria per fissare un appuntamento con il dottor Vagaggini, uno dei massimi esperti della problematica.